Notizie

Stampa

Varese è cinica in gara 2 con Venezia, vince 81-72 e ora e' 2-0

Scritto da Tolfino on .

Varese vince anche gara 2 con Venezia, pur soffrendo maggiormente rispetto a gara 1, e al termine dei 40 minuti ha ragione per 81-72 di un avversario scomodo e rognoso, che sicuramente in casa venderà cara la pelle per rimettere in pari una serie che ora la vede soccombere 2-0. Se nella prima partita il protagonista era stato principalmente Green, questa sera oltre a Dunston anche Ere ha fornito il suo apporto concreto (19 punti, 6/12 al tiro e 10 rimbalzi per un 20 di valutazione) e Sakota ancora una volta, come tante in stagione, ha messo i mattoni decisivi per la vittoria (19 punti e 6/9 al tiro). Per Venezia si segnala la prestazione di Diawara (17 punti  8 rimbalzi) condita anche datanti errori (5/13 al tiro) e benino anche Alvin Young, mentre Clark gioca con il freno a mano tirato.

Stampa

La Scandone è a lavoro per l'anno prossimo

Scritto da Tolfino on .

 

 

Tutto segreto in casa Avellino sui lavori in corso già da tempo iniziati per la preparione del roster per la prossima stagione.

Secondo le prime indiscrezioni in casa biancoverde si lavora incessantemente per la conferma di Jaka Lakovic e di quella di Koloyan Ivanov. 

La dirigenza irpinia che a quanto pare punterebbe per il prossimo anno ancora una volta su Coach Cesare Pancotto, è seriamente intenzionata a confermare i due giocatori che quest'anno hanno cambiato in positivo la stagione della Sidigas.

Resta per ora ancora ingarbugliata la situazione che riguarda Antonello Nevola,general manager della passata stagione,dal quale dipendono molto le trattative con i due giocatori.

Di sicuro chi l'anno prossimo sarà anora per un anno con la Scandone, sono i due coach De Gennaro e Tucci, nonchè il preparatore atletico Silvio Barnabà.

Insomma un'estate calda si presenta in casa Avellino per la costruzione di un roster che come chiesto dai tifosi nella festa per il 65esimo anno della società, deve stupire e vincere. 

Stampa

Playoff Serie A Basket Milano-Siena 103-79, MIlano scappa nella serie

Scritto da Tolfino on .

 

L’Olimpia Milano comincia alla grande i suoi playoff seppellendo la Montepaschi Siena per 103-79. Risultato indiscutibile per quanto mostrato stasera dalle due squadre al Forum di Assago.

Primo quarto. Parte fortissimo l’Olimpia, che grazie ad un Marques Green ispirato (nei primi cinque minuti tra canestri e assist entra in tutte le azioni che portano punti dal campo!) vola sul + 10 a metà della prima frazione (16-6). Siena prove a reagire aggrappandosi a Bobby Brown, che pur essendo un attaccante straordinario in difesa non può nulla per arginare lo scatenato Green, tanto che, nonostante i suoi sei punti, Banchi lo richiama presto in panchina; se ci aggiungiamo che Bouroussis fa quello che vuole contro Eze la partita sembra prendere da subito una piega ben precisa. A tre minuti dalla sirena si registra il massimo vantaggio per i padroni di casa (+11) e addirittura Scariolo si permette di mettere Bremer al posto di Green. Nel finale di frazione Hackett e Christmas riescono a risollevare la Montepaschi e, grazie ad un parziale di 10-2, si va al primo riposo sul 25-22 in favore di Milano.

Secondo quarto. Scariolo fa rifiatare Bouroussis, ma Mensah-Bonsu non lo fa minimamente rimpiangere: sono due sue schiacciate imperiose che, unite ad un paio di penetrazioni di Bremer, rilanciano l’EA7 sul +10 a metà frazione. Banchi rilancia Brown, ma il playmaker prosegue la sua serata da incubo cominciando anche a sbagliare semplici conclusioni. Bouroussis invece rientra caldissimo, ed insieme ad un canestro dalla media distanza di Gentile lancia l’Olimpia al massimo vantaggio (+12) ad un minuto dall’intervallo lungo. L’unica buona azione di Brown nei primi venti minuti consente alla Montepaschi di non soccombere, ma il secondo quarto si chiude con Milano avanti di dieci (48-38).

Terzo quarto. Un’azione da quattro punti di Gentile ed una tripla di Fotsis lanciano Milano al massimo vantaggio (+15) dopo due minuti di secondo tempo. Bouroussis cala un po’, e con lui le percentuali di tutta la squadra, tuttavia Siena non segna dal campo nemmeno pregando e l’Olimpia ne approfitta per rimpinguare un vantaggio di tutta sicurezza (+16 a metà frazione). Gentile va in panchina con quattro falli, ma Siena non ne approfitta minimamente, anzi, l’emorragia non accenna a fermarsi: un parziale di 11-1 con Hairston protagonista porta Milano sul +25 con 1’10” sul cronometro. Impressionante, per una volta, il cuore che ci mettono i biancorossi, che lottano sui palloni vaganti come se il risultato fosse in bilico. La frazione termina sulla schiacciata di Hackett che fissa il punteggio sul 77-55 e trasforma l’ultimo quarto in una sorta di allenamento.

Quarto quarto. La serataccia di Siena non accenna a concludersi e Milano non regala nulla. L’ennesima schiacciata di Mensah-Bonsu porta a +29 il vantaggio dei padroni di casa, il cui obiettivo diventa quello di sfondare quota 100 punti. Obiettivo che viene raggiunto grazie ad una tripla di Basile a poco più di un minuto dal termine. Finisce 103-79, risultato eloquente che porta Milano avanti per 1-0 nella serie. Difficile immaginare come Siena possa ribaltare la situazione, soprattutto se dovesse continuare a giocare male come oggi. Domenica sera con gara2 ne sapremo di più, ma a mio parere Scariolo ha (finalmente) trovato la quadratura del cerchio e l’EA7 può davvero puntare allo Scudetto.

Stampa

65 volte Scandone

Scritto da Tolfino on .

 

65 VOLTE SCANDONE

Martedì 7 maggio 2013 paladelmauro (Avellino)
 
In occasione del 65esimo compleanno della S.S.  Felice Scandone Avellino gli Original Fans AV organizzano una festa per tutti i tifosi della Scandone e per tutti gli sportivi Avellinesi.
Stampa

Mazzon e Pancotto nel dopogara di Reyer-Sidigas

Scritto da Tolfino on .

Al termine della gara entrambi gli allenatori delle squadre sono soddisfatti dei propri roster,ecco cosa hanno dichiarato i due coach nel dopogara di Reyer Venezia vs Sidigas Avellino:

 

 

ANDREA MAZZON 

Soddisfatto al termine del successo ottenuto al Del Mauro: “Voglio complimentarmi con tutti. Eravamo incazzati per lo stop di Siena. L’obiettivo nostro era concludere la stagione con un piazzamento importante. E’ stata giocata una delle partite più belle di questa stagione”. Sulle tifoserie: “Stasera c’è stata una bellissima pagina di sport, grazie a dei tifosi corretti e rispettosi. Sarebbe bello se succedesse sempre, vivremmo in una Italia migliore”. Su Lakovic: “Siamo stati molto bravi a tenere a bada un giocatore straordinario”. In merito ai play-off: "Vogliamo giocarci le nostre chance, è un traguardo importantissimo".

 

 

CESARE PANCOTTO

Cesare Pancotto è dispiaciuto, ma non amareggiato al termine dell’incontro: “Volevamo vincere, ma non è andata così. Abbiamo dato il massimo per riuscire ad ottenere i due punti”. L’allenatore ex Barcellona prosegue: “Sono orgoglioso di quello che hanno fatto i miei ragazzi fino ad oggi. Oggi c’è mancata solo un poco di continuità. Peccato per le troppe palle perse nei momenti importanti. Sono fiero dei giocatori e del percorso che abbiamo fatto perché le difficoltà oggettive che abbiamo incontrato mi hanno permesso di capire quanto spessore ci fosse dietro questi uomini. 8 vittorie su 14 non sono poche anche se avremmo voluto vincere questa sfida. Mi farebbe piacere continuare la mia avventura in Irpinia, adesso però chiudiamo la stagione in bellezza. Poi si vedrà”.