Stampa

Comunicato Curva Sud: ”CHI ABBANDONA IL BRANCO NON E’ UN LUPO…tutti uniti al fianco dell'Avellino!”

Scritto da Redazione ForzAvellino.net.

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 
Il cuore pulsante del tifo biancoverde, gli ultras della Curva Sud, all’indomani della prima sconfitta ufficiale dell’Avellino in quel di Lanciano, scendono in campo per far sentire la loro voce e chiamare a raccolta tutti i supportes biancoverdi in occasione dell’imminente gara contro il temibile Varese di Stefano Sottili.
Guerra agli occasionali, con i tifosi biancoverdi chiamati a spegnere la tv, mettere gli eccessivi trionfalismi per l’ottimo avvio e non disperarsi troppo per la sconfitta contro il Lanciano. Se è vero che il giocatore viene invitato a difendere la maglia ad ogni gara, anche il tifoso sugli spalti deve fare la sua parte. La Curva giustamente fa presente che nell’ottimo avvio di stagione, soprattutto in casa (4 vittorie su 4 gare, 2 di Tim Cup e 2 di campionato) determinate è stato il grande apporto e supporto offerto dai supporters biancoverdi accorsi in massa nelle prime uscite ufficiali allo stadio Partenio-Lombardi. Il direttivo della Curva Sud invita tutti i tifosi biancoverdi a non abbandonare i gradoni del Partenio-Lombardi per non “disperdere il patrimonio di entusiasmo” e  soprattutto in questa fase del campionato “ bisogna spingere in maniera incensante” perché nulla è stato ancora conquistato e il campionato di Cadetto è da sempre molto lungo e ricco di insidie.
 
 
Questo il testo integrale del COMUNICATO STAMPA 18/09/2013:
 
"E’ stato un avvio di stagione con risultati importanti in campo e sugli spalti. Ci è piaciuto lo spirito della squadra ma sono stati importanti la presenza, la partecipazione ed il sostegno della tifoseria, Determinante è stato la spinta della Curva Sud.
 
Ora è fondamentale non disperdere questo patrimonio di entusiasmo e bisogna continuare a spingere in maniera incessante.
 
Non abbiamo ancora vinto e raggiunto niente. Il cammino è lungo e difficile e solo con una feroce determinazione di tutto l’ambiente riusciremo ad ottenere i risultanti sperati.
 
Scordatevi di Sky, dei pranzetti familiari e dei divani di casa. Scordatevi della posizione attuale di classifica e scordatevi pure della sconfitta di Lanciano.
 
Se è vero come è vero che un giocatore deve rispettare ed onorare la maglia indossata, con sudore e fatica, dalla prima all’ultima giornata lo stesso discorso vale pure per i tifosi: chi, pur avendone la possibilità, smette di lottare, chi non onora la propria città con la presenza ed il tifo non è degno di essere chiamato tifoso dell’Avellino. Chi abbandona il branco non è lupo e mettesse da parte rivendicazioni di fede calcistica. La fede non accetta tradimenti e non ama gli occasionali.
 
Ci vediamo al solito posto, sui gradoni della Sud."
 
DIRETTIVO CURVA SUD AVELLINO